ALP - Aquileia Linux Project

Gruppo Utenti GNU/Linux – Free Software Bassa Friulana
Oggi è 22/09/2017, 0:57

Tutti gli orari sono UTC




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 17/08/2007, 10:14 
Non connesso
new_entry
new_entry

Iscritto il: 13/06/2007, 21:42
Messaggi: 7
Località: /boot/2.6.21.1/bzImage
Probabilmente è solo una questione di procedimenti differenti, ma se volete paragonare il procedimento di virgilio al mio eccolo qua.

Io uso una Slamd64 11.0 e gli array RAID mi stanno molto utili per fare backup di grandi volumi di dati, o per creare mirror di dischi che voglio vedere salvaguardati e al sicuro.
Oltre a tutto quello che ha già detto virgilio su fdisk, recentemente preferisco usare sfdisk, che è un tool (secondo me) molto più "corretto" dal punto di vista della tabella di partizione.

***E' comunque possibile fare un backup dell'MBR con dd per poi ripristinarlo in seguito:
Codice:
dd if=/dev/XXX of=nomefile bs=512 count=1

con "XXX" il nome del disco (non della partizione) che può essere sda, hda, hdc, eccetera, e "nomefile" che è il nome del file in cui si vogliono conservare i dati dell'MBR. Volendo potete mettere il file appena creato in pasto a file e vedere la situazione senza aprire un tool di partizionamento.
Poi si passa a partizionare e, se il risultato non dovesse soddisfare si può sempre tornare indietro. Chiusa parentesi. :) ***

Di solito per creare un array taglio la testa al toro e creo il file di blocco manualmente, con mknod:
Codice:
mknod /dev/md0 b 9 0

Poi mi vado ad editare un paio di righe in /etc/mdadm.conf:
Codice:
DEVICE /dev/XXX1 /dev/XXX2
ARRAY /dev/md0 devices=/dev/XXX1,/dev/XXX2


Nota: è possibile anche specificare i device con la notazione /dev/hd[bc]1 per chiamare le partizioni hdb1 e hdc1. E' equivalente ed ha importanza relativa, ma comunque è solo per completezza.

Poi l'approccio alla formattazione dipende dal tipo di array che si vuole creare. Per un RAID1 si può prima formattare la partizione più piccola (se i due dischi hanno dimensioni differenti, anche di poco) con un mke2fs -j /dev/XXX1 (per esempio, XXX1 con ext3), spostare tutti i dati che si vogliono mettere in mirror nella partizione appena creata, smontare la partizione e poi fare un dd dalla partizione di partenza a quella non formattata. Infine si crea l'array, lo si assembla e si lascia che il sistema faccia il sync dell'array. Questo è il procedimento "non semplicissimo", ma è molto utile nel caso in cui il disco di partenza, che è formattato e contiene i dati, sia molto grande e non ci sia sufficiente spazio per accomodare i dati da un'altra parte. Ricordate che mdadm crea i superblocchi RAID senza intaccare nè il filesystem nè le partizioni, quindi potete creare un array partendo da un disco preformattato e mettendone vicino un altro uguale -nel caso di RAID1.

In alternativa si prendono due dischi uguali, li si formatta, li si mette in RAID1 e si copiano tutti i dati all'interno dell'array direttamente senza passare dal VIA. Sempre che voi abbiate abbastanza spazio per tenere da parte i dati che ci volete mettere dentro, o se proprio volete creare un array da zero -come è stato già ampiamente discusso- per poi utilizzarlo.

Se poi si vuole usare un array linear si partizionano i dischi, si crea il nodo (se non è già creato) e si avvia l'array con le opzioni giuste, per poi formattare l'intero array come un grande disco che è la somma approssimativa delle capacità di tutti i dischi che compongono l'array stesso. L'array linear è si privo di ridondanza, ma è comunque molto più sicuro di un array striped, in quanto, se dovesse guastarsi un disco le altre porzioni del filesystem sarebbero comunque teoricamente accessibili.

@dpy:
Se vuoi puoi montare un volume vfat aggiungendo un paio di opzioni:
Codice:
mount -t vfat /dev/XXX <mountpoint> -o check=s,shortname=win95

oppure metterne in fstab la riga equivalente:
Codice:
/dev/XXX    <mountpoint>     vfat       noauto,check=s,shortname=win95      0   0

Così facendo ti assicuri una quasi 100% compatibilità tra il sistema GNU che stai usando e il filesystem vfat in cui vuoi mettere la roba. Con check=s puoi fare in modo che non tutti i caratteri normalmente utilizzati nei file di GNU/Linux vengano accettati da un nome file MS-DOS (che poi è la compatibilità più completa si possa avere per un filesystem Windows), e con shortname=win95 tieni i nomi dei file in uppercase, scrivendo il nome in LFN qualora non abbia tutti i caratteri uppercase, come in w95. Puoi anche usare winnt per Windows XP, ma sostanzialmente è la stessa cosa. L'importante è fare in modo che il kernel traduca nel modo il più compatibile possibile i nomi dei file da GNU a Windows. Il contro è che c'è una perdita di informazione nel nome del file.

Cita:
a meno che non esista un sistema per montare il disco realmente Read/Only

Aggiungi -o ro alla riga di mount. Oppure ro alla riga di fstab corrispondente al filesystem.
Se ti serve solo leggerlo da Samba allora basta che metti writable=no (oppure read only=yes) nella sezione della partizione di rete. Oppure non è questo quello che intendevi...?
Cita:
l'idea di un volume vfat su un server di produzione, per quanto a basso carico, contina a rimanermi indigesta.

Su questo sono perfettamente d'accordo.

_________________
Long Live Richard Stallman.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 13/04/2010, 13:49 
Non connesso
new_entry
new_entry

Iscritto il: 13/04/2010, 13:30
Messaggi: 2
Innanzitutto saluto tutti quanti, questo è il mio primo post nel forum, spero di averlo inserito nel topic corretto.
Non sono un guru di linux, ho cominciato ad usarlo da poco, quindi scusate se c'è qualche inesattezza.
Anch'io volevo impostare un array raid, e, ercando in rete ho notato che facendo domande su raid ed ubuntu c'è pochissima informazione: fioccano i post senza risposta... Questo è il primo forum dove ho trovato delle informazioni sull'argomento :)

Dopo le prime prove fatte pensando che il raid gestito da un controller ad poche decine di Euro fosse trasparente al sistema operativo ed aver constatato che così non era, ho provato ad installare un array raid software su un sistema Ubuntu 9.04 virtualizzato con VirtualBox.
Ho notato che sull’argomento raid in linux non si trova molta documentazione e molto aiuto tanto da farmi pensare: raid questo sconosciuto.

La configurazione del sistema è questa:
-/dev/sda: disco da 8 Gb (dimensione dinamica) con installato il sistema operativo partizionamento standard Ubuntu 9.04 Desktop ext3
-/dev/sdb, /dev/sdc: 2 dischi da 20 Mb ext3 messi in raid 1 (così poco spazio tanto è una prova).

Dopo aver installato il sistema tutto sembrava a posto, ma al primo riavvio del sistema non funziona più il raid, sembra che i dischi dell’array non contengano una tabella delle partizioni valida.

Ho proceduto installando Ubuntu sul /dev/sda, e poi aggiornando il sistema.
Installato gparted, mdadm
Creato i due dischi da 20 Mb (dimensione fissa e non espansione dinamica) e collegati alla macchina virtuale.
Formattato i due dischi con gparted in ext3 unica partizione delle dimensioni di tutto il disco.

Creato il raid tramite mdadm
sudo mdadm -C /dev/md0 -l1 -n2 /dev/sdb /dev/sdc

Inizialmente avevo provato ad inserire nell’array /dev/sdb1 e /dev/sdc1 rivevendo questo messaggio d’errore:

Codice:
mdadm: /dev/sdb1 appears to contain an ext2fs file system
    size=16032K  mtime=Thu Jan  1 01:00:00 1970
mdadm: /dev/sdc1 appears to contain an ext2fs file system
    size=16032K  mtime=Thu Jan  1 01:00:00 1970
Continue creating array? n
mdadm: create aborted.


Fdisk restituiva questi dati

sudo fdisk -l

Codice:
Disco /dev/sda: 8589 MB, 8589934592 byte
255 testine, 63 settori/tracce, 1044 cilindri
Unità = cilindri di 16065 * 512 = 8225280 byte
Identificativo disco: 0x00079dcd

Dispositivo Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/sda1   *           1         993     7976241   83  Linux
/dev/sda2             994        1044      409657+   5  Esteso
/dev/sda5             994        1044      409626   82  Linux swap / Solaris

Disco /dev/sdb: 20 MB, 20971520 byte
255 testine, 63 settori/tracce, 2 cilindri
Unità = cilindri di 16065 * 512 = 8225280 byte
Identificativo disco: 0x00049973

Dispositivo Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/sdb1               1           2       16033+  83  Linux

Disco /dev/sdc: 20 MB, 20971520 byte
255 testine, 63 settori/tracce, 2 cilindri
Unità = cilindri di 16065 * 512 = 8225280 byte
Identificativo disco: 0x000f3bae

Dispositivo Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/sdc1               1           2       16033+  83  Linux



Creato il filesystem per l’array

sudo mkfs -t ext3 -L DATI /dev/md0

Creata la cartella /media/dati ed assegnati i permessi alla stessa

Sudo mkdir /media/dati
Sudo chmod 777 /media/dati

Modificato il file /etc/fstab per il mount in automatico dell’array aggiungendo questa riga:

Montato manualmente l’array:

sudo mount –t ext3 /dev/md0 /media/dati

Ho provato ad usare il disco in raid, notando che non mi lasciava scrivere, allora ho riassegnato i permessi a /media/dati con l’array montato, a questo punto mi lascia scrivere e tutto funziona perfettamente.
Vista la situazione ho modificato il file /etc/fstab per fare il mount in automatico dell’array ad ogni avvio del sistema, aggiungendo questa riga:

Codice:
/dev/md0    /media/dati ext3 defaults 0 0


Al riavvio si presenta il problema: non funziona più il raid !!! Sembra che si sia perso /dev/md0

sudo fdisk -l

Codice:
Disco /dev/sda: 8589 MB, 8589934592 byte
255 testine, 63 settori/tracce, 1044 cilindri
Unità = cilindri di 16065 * 512 = 8225280 byte
Identificativo disco: 0x00079dcd

Dispositivo Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/sda1   *           1         993     7976241   83  Linux
/dev/sda2             994        1044      409657+   5  Esteso
/dev/sda5             994        1044      409626   82  Linux swap / Solaris

Disco /dev/sdb: 20 MB, 20971520 byte
255 testine, 63 settori/tracce, 2 cilindri
Unità = cilindri di 16065 * 512 = 8225280 byte
Identificativo disco: 0x00000000

Il disco /dev/sdb non contiene una tabella delle partizioni valida

Disco /dev/sdc: 20 MB, 20971520 byte
255 testine, 63 settori/tracce, 2 cilindri
Unità = cilindri di 16065 * 512 = 8225280 byte
Identificativo disco: 0x00000000

Il disco /dev/sdc non contiene una tabella delle partizioni valida


sudo mdadm -D /dev/md0

Codice:
mdadm: cannot open /dev/md0: No such file or directory


Può dipendere dalla versione di Ubuntu come ipotizzato in qualche post precedente ???


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 15/04/2010, 8:19 
Non connesso
slacker
slacker
Avatar utente

Iscritto il: 07/10/2004, 12:41
Messaggi: 1296
Località: Terra - Italia - Friûl - Udine
Ciao redcel , il problema è che te formatti malamente i dischi :

1) devi partizionarli
2) devi definire le partizioni create come RAID ( filesystem Type fd )

Poi si crea il primo volume , parziale

#mdadm --create /dev/md0 --level=1 --raid-disks=2 missing /dev/sdXpartizione


poi aggiumgiamo le altre partizioni

#mdadm --add /dev/md0 /dev/sdYpartizione

non dimentichamoci di salvare il tutto :
#cp /etc/etc/mdadm/mdadm.conf /etc/etc/mdadm/mdadm.conf-ORI
#mdadm --examine --scan >> /etc/mdadm/mdadm.conf

formattiamo :

#mkfs.quello_che_vuoi /dev/md0

E poi facciamo in modo che il tutto si monti all'avvio :
aggi nell'fstab :
/dev/md0 /Quel/che/tipare filesystem_scelto defaults 0 2

Ti hio riassunto molto le varie operazioni , co munque la procedura è questa , confrontala con quello che hai fatto te :)

_________________
Devo Proprio? pare di si :)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 19/04/2010, 7:03 
Non connesso
new_entry
new_entry

Iscritto il: 13/04/2010, 13:30
Messaggi: 2
Nel frattempo stavo cercando in rete qualcosa ed effettivamente avevo trovato quel che mancava, come anche tu mi hai scritto dovevo inserire i dati dell'array in mdadm.conf, l'array c'era e funzionava, però al riavvio non veniva rilevato correttamente perché non c'erano i riferimenti per il valore ARRAY in mdadm.conf

Il comando che non avevo utilizzato è:

sudo mdadm --examine --scan >> /etc/mdadm/mdadm.conf

Ora è tutto ok, grazie :D


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 19/04/2010, 20:29 
Non connesso
slacker
slacker
Avatar utente

Iscritto il: 07/10/2004, 12:41
Messaggi: 1296
Località: Terra - Italia - Friûl - Udine
prego :mrgreen:

_________________
Devo Proprio? pare di si :)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
[ Time : 0.145s | 15 Queries | GZIP : Off ]